La nonviolenza delle azioni

Cari Compagni e cari Amici,

dopo il successo della Marcia del 20 maggio "insieme senza muri", che ha visto a Milano una mobilitazione di oltre 100.000 persone, e della raccolta firme per la proposta di legge nazionale di iniziativa popolare Ero Straniero, che in poche ore ha trovato il sostegno di oltre 2.200 sottoscrittori, dobbiamo iniziare a lavorare perché la mobilitazione di sabato abbia un seguito. Nella riunione di stasera cercheremo di fare il punto delle prossime iniziative per concretizzare il nostro impegno per il superamento della Bossi Fini e programmeremo le nostre prossime iniziative.   Saremo in diretta a partire dalle 21:00 online a questo link. Per intervenire da remoto è sufficiente mandare un messaggio al +39 3337927942 e verrete richiamati secondo l'ordine delle iscrizioni a parlare.

 

Maroni e Sala interrompano la violazione dei diritti di iniziativa popolare a Milano e in Lombardia: il Duran Adam di Marco Cappato

Sono passati 15 mesi dal deposito delle leggi di iniziativa popolare per la regolamentazione della Cannabis Terapeutica e per istituire il Registro dei Testamenti Biologici in Regione Lombardia. Nonostante la legge del 1971 che disciplina l'iniziativa dei cittadini preveda che il Consiglio regionale abbia tre mesi di tempo per discutere le proposte depositate, scaduti i quali avviene l'iscrizione automatica come primo punto all'ordine del giorno dei lavori dell'aula, le leggi popolari non sono mai state nemmeno calendarizzate.

Al contempo, sono passati 21 mesi dal deposito in Comune a Milano delle prime mille firme di milanesi sui quattro referendum del comitato MilanoSìMuove, che ad oggi attendono ancora il parere del Collegio dei Garanti (organismo previsto dall’art. 21 dello Statuto a tutela dei diritti di partecipazione dei cittadini). Nonostante il regolamento preveda che il parere di fattibilità per le proposte referendarie venga fornito al comitato promotore entro 30 giorni dal deposito delle firme, dopo quasi due anni mancano sia il giudizio dei Garanti che i Garanti stessi, perché le candidature per il rinnovo del Collegio sono al vaglio degli uffici tecnici da otto mesi.
Con Barbara Bonvicini e l'Associazione Enzo Tortora - Radicali Milano si sono rivolti in ogni modo alle istituzioni per denunciare la reiterata violazione dei diritti politici e civili dei cittadini milanesi e lombardi, tutelati dalla Costituzione, dagli Statuti e dai regolamenti degli enti. Ora basta!
Lunedì pomeriggio dalle 16 alle 18 Marco Cappato sarà davanti al Consiglio comunale di Milano e martedì dalle 9 alle 11 davanti al Consiglio regionale in Duran Adam, per avviare una iniziativa che -insieme ai compagni Radicali- andrà avanti fino a quando Regione e Comune non saranno rientrati nella legalità.
Il Duran Adam, tecnica di manifestazione dell'opposizione al regime in Turchia, sarà anche in sostegno ad analoga iniziativa avviata dal radicale Mario Staderini nei confronti del Presidente Mattarella per il rispetto dei diritti di iniziativa popolare e referendaria a livello nazionale, sui quali Radicali italiani depositerà a breve una proposta di legge di iniziativa popolare.

La settimana prossima ripeteremo l'appuntamento: chiunque voglia aiutarci a distribuire i volantini  durante l'iniziativa nonviolenta può mandare un messaggio al 3337927942 per confermare la presenza.

La nonviolenza delle azioni
Tagged on: