World Refugees Day, Pride Week e Radical Year

Cari Compagni e cari Amici,

come già comunicato nella scorsa newsletter, lunedi 19 giugno non si terrà la consueta riunione del lunedì nella sede di Via Sebastiano del Piombo 11. Stravolgiamo i piani per due importanti appuntamenti organizzati al Teatro Franco Parenti e alla Libreria Claudiana. Tutte le informazioni e le iniziative della settimana all'interno della newsletter.

19 giugno: l'imbarazzo della scelta!

Israele LGBTI: ben oltre il Pink Washing - Teatro Franco Parenti dalle 19:00 alle 22:00.

Il mondo delle associazione LGBTI israeliane è estremamente ricco e vario. Esistono numerose organizzazioni sparse per il Paese, attive nel rispetto delle diverse sensibilità locali, ma unite nel lottare per l’affermazione dei diritti LGBTI a livello nazionale. Spesso conosciamo questa realtà solo attraverso il dibattito pretestuoso sul “pinkwashing”, ovvero il presunto utilizzo da parte di Israele del proprio progressismo nell’affermazione dei diritti LGBTI (con Tel Aviv eletta più volte la migliore città gay friendly al mondo dove viaggiare) per distogliere l’attenzione dal conflitto arabo-israeliano.

Intervengono:
Yaniv Weizman, responsabile per le tematiche LGBT al Comune di Tel Aviv, “La comunità LGBTI israeliana: overview e rapporti istituzionali”
Jonathan Elkhoury, attivista per i diritti umani, “Io, gay, cristiano, libanese: la mia esperienza in Israele”
Yael Doron, direttice della casa rifugio per minorenni LGBTI “Beit Dror”, “Beit Dror: un esempio di best practice nell’assistenza a minorenni LGBTI in difficoltà”
Giovanni Quer, ricercatore, «L’agenda politica del pink-washing: diritti LGBT o antisionismo?»

Modera: Alessandro Cecchi Paone

Saluti introduttivi:
Yuri Guaiana (Associazione Radicale Certi Diritti), Alessandro Litta Modignani (AMPI Milano), Flavio Romani (Arcigay Nazionale).

 

Una legge per il Biotestamento, prima che la legislatura muoia. Libreria Claudiana dalle 20:30.

Dopo l'approvazione da parte della Camera a fine Aprile, la legge sul "Testamento Biologico" rischia di non vedere la luce a causa dell'imminente scioglimento anticipato del Parlamento. Dopo anni di discussioni e di progetti, il rischio di buttare via tutto e ripartire da zero appare sempre più reale e a rimetterci, come spesso succede, purtroppo potrebbero essere i cittadini e i loro diritti. La Consulta Milanese per la Laicità delle Istituzioni, propone un confronto tra diverse posizioni e sensibilità con lo scopo di conoscere meglio il testo della legge in discussione e sostenerne l'approvazione il prima possibile.

Partecipano:

Emilia De Biasi - Senatrice | Presidente commissione Sanità;
Marco Cappato - Associazione Luca Coscioni;
Antonietta Cargnel - Già Primario Malattie infettive Ospedale Sacco Milano;
Luca Savarino - Professore Bioetica - Università del Piemonte orientale.

Modera l’incontro: Jacopo Tondelli - Giornalista, fondatore e direttore del sito web di “gli Stati Generali.”

 

Il Consiglio Comunale calendarizza la nomina dei Garanti, ma non la discute: quinto appuntamento davanti a Comune e Regione. 

Alla vigilia della quarta settimana di iniziativa nonviolenta di presidio ("Duran Adam", dal termine in lingua turca) intrapresa da Marco Cappato, Barbara Bonvicini e dai Radicali dell'Associazione Enzo Tortora per chiedere che il Comune di Milano e Regione Lomabrdia pongano fine alla violazione in corso dei loro Statuti e delle loro leggi, il Comune ha mandato un primo segnale positivo. Dopo 9 mesi dalla chiusura del bando comunale per presentare le candidature al ruolo di Garanti, i nominativi sono stati trasmessi al Consiglio Comunale che, giovedì u.s. aveva calendarizzato l'elezione del Collegio che tutela le iniziative popolari dei cittadini. Abbiamo chiesto al Presidente Lamberto Bertolè che, sin dalla seduta di oggi, l'elezione del Collegio dei Garanti venga iscritta all'ordine del giorno come votazione "a oltranza", cioè da protrarsi sino ad elezione avvenuta, in modo da impedire che la ricerca degli indispensabili accordi politici sia protratta in tempi tali da aggravare il vulnus istituzionale in corso. Al contempo abbiamo ricordato ai Capigruppo che la necessaria ricerca della maggioranza qualificata per l'elezione non deve prevalere sull'obbligo istituzionale di restituire ai cittadini milanesi il diritto di partecipare alla vita democratica. Giovedì scorso, a causa del protrarsi della discussione in Consiglio, nulla è stato calendarizzato. Torneremo quindi davanti a Palazzo Marino lunedì 19, dalle 16:00 alle 18:00 per ricordare ai consiglieri che non basta calendarizzare l'elezione, devono comunque discuterne.
Nessuna novità, invece, da Regione Lombardia che da 16 mesi si rifiuta di calendarizzare le due proposte popolari su Cannabis Terapeutica e Testamento Biologico, depositate all'inizio del 2016. Nessun Consigliere regionale ha finora saputo ottenere il rispetto della legge: ci sono infatti due proposte di legge sottoscritte in totale da oltre 12 mila firme di cittadini lombardi che avrebbero dovuto essere discusse in aula dopo 3 mesi dal deposito.  Martedì presidieremo nuovamente, per il quinto martedì, l'ingresso del Pirellone dalle 9:00 alle 11:00, unendo al Duran Adam, altre forme nonviolente di resistenza a comportamenti illegali".

Assemblea pubblica: un anno di attività Radicale a Milano e in Lombardia.

 E' passato quasi un anno dal seminario sull'iniziativa radicale che abbiamo organizzato al Filologico lo scorso 25 luglio, quindi, prima che Milano si svuoti e prima che anche tutti voi andiate in vacanza, l'Associazione Enzo Tortora Radicali Milano, l'Associazione Luca Coscioni, Radicali Italiani e Certi Diritti convocano un'Assemblea per discutere di un anno di iniziativa Radicale a Milano e in Lombardia.

 L'assemblea si terrà lunedì 26 giugno dalle 17.30 alle 21.30 al CAM Ponte delle Gabelle in via San Marco 45 a Milano.

World Refugees Day, Pride Week e Radical Year