Consegnati i nuovi quesiti referendari, ma il Comune è ancora senza garanti in violazione dello Statuto

Sono stati consegnati oggi da Barbara Bonvicini, a nome di Edoardo Croci e Marco Cappato - rispettivamente Presidente e Segretario di Milanosìmuove - i nuovi quesiti referendari, a 24 mesi dal primo deposito. L'enorme ritardo del Comune di Milano, in violazione dello Statuto comunale, è stato il prodotto delle dimissioni del precedente collegio e del mancato rinnovo da parte del Consiglio comunale. La ricostituzione del Collegio ha consentito la riformulazione dei quesiti, consegnati oggi nella nuova versione modificata tenuto conto del parere tecnico degli uffici.

"Purtroppo però - hanno dichiarato Croci e Cappato - la violazione dello Statuto comunale rischia di aggravarsi ora con le dimissioni di uno dei tre neogaranti. Se infatti il collegio sarà di nuovo paralizzato dall'inerzia del Comune di Milano, si aggiungeranno altri mesi di negazione dei diritti di iniziativa popolare e referendaria per i cittadini milanesi, nella totale indifferenza delle forze politiche". 

Consegnati i nuovi quesiti referendari, ma il Comune è ancora senza garanti in violazione dello Statuto