Lettera ai Membri del Parlamento Europeo, membri della Commissione Affari Costituzionali

Oggi, in Commissione Affari Costituzionali, è stato scritto un momento importante di Storia Europea. Difatti è appena passata una votazione che prevede che dei circa 70 seggi nel Parlamento Europeo, ben 27 saranno assegnati a liste transnazionali.
Come PiùEuropa abbiamo deciso di inviare, assieme al Consiglio Italiano del Movimento Europeo e ad altre associazioni, una lettera ai membri della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo per indirizzare questa scelta.
Ecco il testo:

Cari Membri del Parlamento Europeo, membri della Commissione Affari Costituzionali,

Seguiamo con grande interesse il dibattito nella vostra Commissione relativo alla composizione del Parlamento Europeo in considerazione della Brexit e delle prossime elezioni europee del 2019.

Mentre ci avviciniamo ad esse, noi Europei supportiamo calorosamente la proposta dei governi italiano e belga, supportati recentemente dal Presidente Macron, sulla creazione di una circoscrizione elettorale transnazionale composta dai 73 seggi oggi assegnati al Regno Unito.

Condividiamo l’opinione espressa nell’emendamento 27 proposto dal vostro collega Christian Dan Preda, secondo il quale “l’introduzione di tale circoscrizione rinforzare bene il ruolo dei partiti politici europei e del carattere europeo delle elezioni per il Parlamento Europeo; … l’introduzione di questa circoscrizione il prima possibile arricchirà la nozione di cittadinanza dell’Unione e rafforzerà la coesione politica in Europa; … contro lo sfondo della Brexit, l’introduzione di una circoscrizione congiunta manterrà vivo lo spirito del progetto europeo e manderà un messaggio positivo”.

In questo spirito, pensiamo che i vari emendamenti proposti da Mercedes Bresso, Pascal Durand, Ramón Jáuregui Atondo, Alain Lamassoure, Jo Leinen, Helmut Scholz e Guy Verhofstadt vadano nella direzione di una buona riforma della legge elettorale, e potrebbe oltremodo creare le condizioni per stabilire una base giuridica di tale nuova circoscrizione.

Supportiamo pertanto con forza l’idea di un compromesso giusto tra questi emendamenti e di una chiara decisione della Commissione AFCO e, successivamente, della Plenaria, a favore dells proposta di una circoscrizione europea.

Grazie in anticipo

Dear MEPs, members of AFCO,

We are following with a great interest the debate in your Committee about the composition of the European Parliament in view of the withdrawal of United Kingdom and the next European elections in 2019.

As we approach them, we Europeans strongly back the proposal from the Italian and Belgian governments, recently supported by President Macron, about a transnational constituency composed by the 73 seats nowadays allotted to United Kingdom.

We share the opinion expressed in the amendment 27 tabled by your colleague Christian Dan Preda according, to which “the introduction of such a constituency would reinforce the role of the European political parties and strengthen the European character of the elections for the European Parliament; ….the introduction of this constituency as soon as possible will enrich the notion of citizenship of the Union and strengthen political cohesion across Europe;….against the backdrop of Brexit, the introduction of the joint constituency will keep the spirit of the European project alive and send a positive message”.

In this spirit, we think that the various amendments tabled by Mercedes Bresso, Pascal Durand, Ramón Jáuregui Atondo, Alain Lamassoure, Jo Leinen, Helmut Scholz and Guy Verhofstadt go in the direction of a good reform of the Electoral Law and could create the conditions to establish a juridical bases for such a joint or transnational constituency.

We strongly support the idea of a fair compromise between these amendments and of a clear decision of AFCO and then of the Plenary backing the proposal of a European constituency.

Thank you in advance

Lettera ai Membri del Parlamento Europeo, membri della Commissione Affari Costituzionali