Cosa leggere nel week-end #10

Benvenuti, ben ritrovati.
Eccoci con i nostri consigli, per iniziare il fine settimana alla grande. O almeno provarci.

Pronti, via. Iniziamo con un sacco di Europa.


In Italia, molto più che in Grecia, gira voce che gli incendi che hanno devastato il paese ellenico siano tutta colpa dell’Europa. È così? Su il Post un’analisi di dati, contesti e ipotesi.
Piccola parentesi riguardante il Post: da qualche giorno è attiva Konrad, un’intera sezione dedicata a notizie, long read e reportage per spiegare bene l’Europa. Sembra interessante.

Se poi vi dovesse interessare provare qualcosa di diverso, potreste recuperare la prima stagione de Lo Stato dell’Unione, il podcast di Fabio Cassanelli e Andrea Sorbello per scoprire e capire l’Europa.

Sul Sole 24 Ore Sergio Fabbrini, professore di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla Luiss e direttore della Luiss School of Government, traccia presente e futuro dell’europeismo, chiedendo a tutti gli europeisti di avanzare proposte, visioni e progetti concreti. Una sfida da non sottovalutare.

Dopo l’intenso intervento al Senato, Emma Bonino torna a parlare di accoglienza e declino demografico su Linkiesta. E se ancora non avete visto il suo intervento in Aula ve lo riproponiamo completo qui di seguito.

Una bella notizia dalla nostra città: ogni giorno a Milano 100.000 persone usano la bicicletta. Mica male. Se ne parla su la Stampa.

Da Milano a Roma: il Tribunale ha ammesso l’azienda del trasporto pubblico locale alla procedura di concordato. Per Raggi “è un passo verso il risanamento”, ma a conti fatti la realtà è un’altra. Se ne parla sul Foglio. Nel frattempo va avanti Mobilitiamo Roma, la campagna di Radicali Roma in vista del referendum su Atac del prossimo autunno.

Per oggi è tutto, a settimana prossima.

Cosa leggere nel week-end #10
Tagged on: