Cosa leggere nel week-end #25

I nostri consigli di lettura per il week-end.

Prende ufficialmente il via oggi la campagna di raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare “Aborto al Sicuro” in Lombardia: da 40 anni abbiamo una legge che permette alle donne di abortire senza rischiare la vita, dopo 2 anni di lavoro siamo pronti a lanciare una proposta di legge regionale che ne garantisca la piena applicazione. Maggiori dettagli qui.

Sempre di donne, diritti e tutela si parla su The Vision: 9 donne italiane su 10 sono uccise da italiani ma a nessuno importa.

Cambiamo argomento: avete sentito quella storia di quei formidabili studenti senza possibilità economiche di andare a Boston a vincere un premio scientifico? Ecco, era una bufala montata ad arte, senza alcuna verifica da parte delle più importanti testate giornalistiche italiane. Se ne parla su AGI e sul Post.

Sempre dal Post: il Parlamento Europeo ha aperto un sito in 24 lingue che prova a raccontare i vantaggi concreti dell’Europa. Bello!

Ultima segnalazione: il Garante della Privacy boccia l’introduzione di “padre” e “madre” sulla carta d’identità. Se ne parla su Repubblica.

Cosa leggere nel week-end #25
Tagged on: