Stasera Assemblea Straordinaria per eleggere il Rappresentante dell'Associazione al Comitato Nazionale di Radicali Italiani

Convocata l'Assemblea Straordinaria degli iscritti per l'elezione del Rappresentante dell'Associazione al Comitato Nazionale di Radicali Italiani.

 

Cari iscritti,

ai sensi dell'art.13, comma 2, dello Statuto dell'Associazione Enzo Tortora Radicali Milano, abbiamo convoocato, in data 12 aprile, l'Assemblea Straordinaria degli Iscritti per stasera, giovedì 27 aprile 2017, ore 19.00, presso la sede di via Sebastiano Del Piombo 11 in Milano con il seguente ordine del giorno:

Elezione del Rappresentante dell'Associazione Enzo Tortora Radicali Milano al Comitato Nazionale di Radicali Italiani

Si ricorda che, in base all'art.13, comma 2 e 3 dello Statuto di Radicali Milano, il Rappresentante dell'Associazione al Comitato Nazionale di Radicali Italiani dovrà essere eletto fra gli iscritti all'Associazione in regola con la quota associativa e che siano contestualmente iscritti per l'anno in corso a Radicali Italiani, e che partecipano al voto per eleggere il Rappresentante al Comitato Nazionale di Radicali Italiani solamente gli iscritti all'Associazione in regola con la quota di adesione a Radicali italiani per l'anno in corso.

Sarà possibile esercitare il diritto di voto anche da remoto, secondo le modalità che verranno comunicate in seguito. Si potrà seguire l'Assemblea in diretta sul canale Youtube di Radicali Milano a questo link.

Proposta di ordine dei lavori:

19.00 Registrazione

19:15 Apertura dell'Assemblea, insediamento della Presidenza;
Approvazione dell'Ordine dei Lavori e del Regolamento dell'Assemblea;
Apertura iscrizioni a parlare e iscrizioni all'Associazione.

19:30 Nota del Segretario e del Tesoriere

20:00 Inizio dibattito generale;

21:45 Termine iscrizioni a parlare; Termine iscrizioni all'Associazione al fine di votare;

22:15 Chiusura dibattito generale; Presentazione delle Candidature a Rappresentante dell'Associazione al Comitato Nazionale di Radicali Italiani;

22:30 Votazione della carica di Rappresentante dell'Associazione;

23:00 Proclamazione dell'eletto; Chiusura dei Lavori.

 rosa

In allegato il regolamento dell'assemblea

“Semina Proibita” a Milano per la Giornata Mondiale della Cannabis.

 

“Semina Proibita” a Milano per la Giornata Mondiale della Cannabis

 

In occasione della Giornata Mondiale della Cannabis, che da sempre ricorre il 20 Aprile, Marco Cappato, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, e Antonella Soldo, Presidente di Radicali Italiani, saranno protagonisti di un’azione di “disobbedienza civile” che prevedrà la distribuzione di semi di cannabis. Anche il Comitato di “Legalizziamo!” e l'Associaizone Enzo Tortora aderiscono all’iniziativa.
Martedì, 18 Aprile 2017 08:45

In marcia!

In marcia!

Milano, 17 aprile 2017

Martedì, 18 Aprile 2017 08:32

Un "ponte" di iniziative

Un "ponte" di iniziative

Milano, 10 aprile 2017

Nel merito le motivazioni del ricorso contro il PD.

La legge disciplina in modo non del tutto chiaro l’assegnazione di seggi alle liste presentate per l’elezione del Consiglio comunale,

  • che alla prima votazione abbiano ottenuto meno del 3% dei voti validi o abbiano fatto parte di un gruppo di liste che non abbia superato il 3% dei voti validi;
  • collegate a candidati sindaco ammessi al ballottaggio con convergenti dichiarazioni rese dopo la prima votazione.
Radicali e PD: alleati elettorali, debitori processuali.

Da alleati sostenitori di Sala Sindaco, a debitori di 12.688 euro:

lo sviluppo processuale di un accordo formale.

Cappato/Lipparini vs PD

I Radicali milanesi hanno partecipato alle scorse elezioni comunali di Milano, tenute nel giugno 2016, con un proprio programma e la lista “Federalisti Laici Ecologisti Radicali con Cappato Sindaco”. Al primo turno la lista correva indipendente e in competizione con gli altri otto candidati sindaci. Dopo il primo appuntamento elettorale e sulla base di un accordo politico articolato in alcuni punti qualificanti (referendum riapertura navigli, alloggi popolari, dimissioni di Sala da Cassa Depositi e Prestiti) i candidati Sindaco Marco Cappato e Beppe Sala hanno scelto di sottoscrivere congiuntamente un apparentamento formale, che ha determinato il collegamento della lista Radicale al candidato PD ammesso al ballottaggio.

Il contributo dei voti Radicali, che al primo turno ammontavano all'1,86% dei votanti, è stato determinante per l'elezione di Giuseppe Sala a Sindaco di Milano, che con il 51,74% ha superato il candidato del centro-destra Stefano Parisi che raccoglieva il 48,26% dei voti. 

La partecipazione al gruppo di liste che ha appoggiato il candidato sindaco eletto è stata - ed è - ritenuta dai presentatori della lista radicale condizione sufficiente per l’assegnazione di un seggio in Consiglio comunale. Lo stesso parere ha espresso Matteo Bianchi, il rappresentante del Partito Democratico alle operazioni dell’Ufficio elettorale centrale, il quale ha dichiarato a verbale:

 

"si precisa che la coalizione ha proceduto all'apparentamento tra il candidato Sindaco e la lista n.3 sull'attesa che la stessa partecipasse alla ripartizione dei seggi in forza del collegamento con il candidato Sindaco Beppe Sala". (vedi allegato)

 

Ciononostante, alla lista radicale non è stato assegnato alcun seggio.

 

Pertanto, Marco Cappato e Lorenzo Lipparini (candidato Sindaco e capolista Radicali) sono ricorsi al Tribunale Amministrativo Lombardo, sezione di Milano, al quale hanno chiesto l'attribuzione del seggio negato.

 

Nonostante la dichiarazione del proprio rappresentante sopra riportata, il Partito Democratico si è costituito nel giudizio mediante il capogruppo consiliare, Filippo Barberis, insieme al consigliere Laura Specchio occupante il seggio rivendicato dai ricorrenti, contrastando la domanda.

 

Il TAR prima e il Consiglio di Stato poi, al quale Marco Cappato e Lorenzo Lipparini sono ricorsi in appello, ha respinto la richiesta Radicale condannando i ricorrenti al pagamento delle spese di soccombenza, fatto inusuale nel contenzioso elettorale.

 

Tali spese ammontano a 12.688,00 e il PD  ne pretende il pagamento. La somma non è nella immediata disponibilità di Marco Cappato e di Lorenzo Lipparini, i quali, tuttavia non intendono sottrarsi all’obbligazione in obbedienza alle due sentenze.

 

Nella convinzione di avere compiuto la scelta giusta, sia sul piano politico che su quello giudiziale, Marco Cappato e Lorenzo Lipparini chiedono dunque ai Radicali, ai simpatizzanti e a tutti i cittadini, milanesi e non, di contribuire al pagamento della somma dovuta, anche al fine che il relativo peso non gravi sulle future iniziative radicali a Milano.

 

Per contribuire clicca qui

oppure manda un bonifico a Enzo Tortora Radicali Milano

IBAN: IT87R0301503200000003529564

causale: "contributo spese legali"

 

Per conoscere nel dettaglio il ricorso contro il PD clicca qui

 

 

Lunedì, 03 Aprile 2017 14:25

Aprile, dolce riunire.

Aprile, dolce riunire.

 

Milano, 03 aprile 2017

Martedì, 28 Marzo 2017 08:46

Un anno senza Garanti del Comune di Milano

Un anno senza Garanti del Comune di Milano

 

Mercoledì u.s., ad un anno dall'annuncio delle dimissioni dei Garanti del Comune di Milano, l'Associazione Enzo Tortora ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio Comunale, Lamberto Bertolè, e a tutti i Capigruppo, segnalando la perpetrata assenza dell'organo preposto alla tutela dei diritti di partecipazione dei cittadini attraverso gli strumenti di iniziativa popolare. Il 22 marzo 2016, l'annuncio delle dimissioni di due dei tre Garanti ha comportato l'inizio di una vacatio istituzionale, lasciando, inoltre, pendenti i giudizi di ammissibilità sui quattro referendum MilanoSìMuove che da un anno attendono, insieme alle firme di mille milanesi, i pareri dal Collegio. 

 Al Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Lamberto Bertolè

Alla C.A. dei Capigruppo del Consiglio Comunale

Egr. Presidente,

da un anno esatto, in manifesta violazione dello Statuto del Comune di Milano, ai cittadini milanesi è negato il diritto di proporre iniziative popolari, data l'assenza del Collegio dei Garanti.

Ci rivogliamo con fiducia a Lei, che è Presidente del Consiglio comunale in carica da nove mesi, affinché eserciti il Suo potere e la Sua responsabilità per sanare questa condizione di vacatio istituzionale, ponendo così termine a una manifesta e reiterata violazione dei diritti di cittadinanza.

Esattamente il 6 aprile 2016, infatti, si è sciolto il collegio dei Garanti del Comune di Milano, l'organismo previsto dall'art. 21 dello Statuto a tutela dei diritti di partecipazione dei cittadini attraverso gli strumenti di iniziativa popolare. Il compito di nominare il collegio dei Garanti spetta al Consiglio comunale che tuttavia ad oggi, nonostante il vuoto istituzionale che permane da 12 mesi e i giudizi di ammissibilità pendenti attivati in conformità dello Statuto, non ha ancora provveduto ad adempiere ai propri obblighi istituzionali.

Le chiediamo quindi, Presidente, che sin dalla prima seduta utile venga iscritta l'elezione del Collegio dei Garanti all'ordine del giorno del Consiglio comunale, e chiediamo che la votazione sia iscritta all'ordine del giorno come votazione "a oltranza", cioè da protrarsi sino ad elezione avvenuta, in modo da impedire che la ricerca degli indispensabili accordi politici sia protratta in tempi tali da aggravare il vulnus istituzionale in corso.

Ci rendiamo perfettamente conto che anche i Gruppi politici svolgano una funzione importante nella valutazione dei candidati e nella ricerca della necessaria maggioranza qualificata, ed è per questo che, contestualmente, chiediamo ai Capigruppo consiliari di collaborare per una rapida intesa. Ci permettiamo però di farLe presente come tale esigenza e funzione non possa in alcun caso prevalere sull'obbligo istituzionale di restituire ai cittadini milanesi il diritto di partecipare, secondo Statuto, alla vita democratica della città.

Le chiediamo perciò, Egregio Presidente, di fare tutto quanto in Suo potere per interrompere la violazione in corso dello Statuto.

Ringraziando anticipatamente per la Sua disponibilità. 

Barbara Bonvicini - Segretario Associazione Enzo Tortora Radicali Milano

Marco Loiodice - Tesoriere Associazione Enzo Tortora Radicali Milano

Marco Cappato - già Consigliere comunale del Comune di Milano

 

Ieri, lunedì 27 marzo, abbiamo ricevuto la risposta del Presidente Bertolè e la conferma che le candidature per i tre componenti del Collegio sono ancora al vaglio della Commissione tecnica del Comune. 

Buongiorno,

 

nel fornire riscontro alla Vostra email  del 23 marzo scorso, inerente la tematica dell’elezione del Collegio dei Garanti, Vi informo che la Commissione tecnica, preposta alla valutazione dell'ammissibilità delle proposte delle candidature già pervenute presso l’Amministrazione al fine del rinnovo, in Consiglio comunale, del Collegio medesimo, è attualmente impegnata negli approfondimenti istruttori propedeutici alla successiva presentazione, al Consiglio, delle candidature eventualmente ammesse.

 

Sarà cura del sottoscritto, il quale ha già sollecitato la Commissione ad una celere conclusione dei lavori di spettanza, informare le SSLL  non appena la deliberazione di elezione del Collegio dei Garanti verrà posta all’ordine del giorno del Consiglio comunale.

 

Distinti saluti.

 

                    Lamberto Bertolè

Venerdì, 24 Marzo 2017 10:39

Cominciare la settimana in salute sessuale!

Cominciare la settimana in salute sessuale!

Milano, 24 marzo 2017

Maroni renda pubblica e trasparente la selezione dell'Amministratore di Infrastrutture Lombarde.

Abbiamo ricevuto dalla Regione Lombardia, attraverso il diritto di accesso generalizzatola lista e i relativi Curriculum Vitae dei candidati alla nomina di Amministratore Unico di Infrastrutture Lombarde Spa, per la quale è attualmente in corso la selezione da parte di Regione Lombardia.

Il profilo e il CV dei candidati non sono stati resi noti dall’azionista – Regione Lombardia. Possono tuttavia essere consultati da oggi sul sito dedicato alla campagna “Liquidiamo Infrastrutture Lombarde”, lanciata dai Radicali e sostenuta da personalità del mondo liberale – tra gli altri, Alessandro De Nicola, Alberto MingardiFranco DebenedettiCarlo Alberto Carnevale MafféFranco D’Alfonso.

Sono state presentate nove candidature, una sola delle quali, quella di Valerio Federico di Radicali Italiani, avanzata pubblicamente su proposta di Marco Cappato e con la sottoscrizione di 100 cittadini lombardi con un obiettivo politico chiaro e pubblico: liquidare la società.

Pagina 1 di 506

facebook  twitter

index  Instagram

 Youtube 100radicalmente nuova

  radioradicale-100 copymeetup-dot-com-e1315717415689

Ordina per
Ricerca Avanzata

 

milrad

 milanosimuove header small

 Schermata 2015-07-31 alle 01.35.32

logo testamento biologico lombardia-2 

 

 

Partito Radicale

 

era-logo-120px

200px-Radicali Italiani

 

anticlericale-logo-120px

luca coscioni logo

 

lia-logo-120px

rosa aret

logok

 

ntc-logo-120px

ncpsg-logo-120px

 

liste bonino-pannella