XXXV Assemblea ARET – Mozione generale

L’Assemblea annuale degli iscritti dell’Associazione Enzo Tortora Radicali Milano, riunita presso la sede di Via Brusuglio 70 a Milano il giorno 26 novembre 2023, udite le relazioni di Segretaria e Tesoriera, le approva.
L’Assemblea ringrazia gli organi dirigenti per il lavoro svolto quest’anno, la Segretaria uscente non ricandidata Federica Valcauda, gli 86 iscritti, in particolare quelli che hanno dato corpo e fiducia all’Associazione, contribuendo concretamente e generosamente alla realizzazione delle iniziative e delle manifestazioni del 2023, individuando nelle lotte e nel metodo radicali il patrimonio più prezioso dell’Associazione.

L’Assemblea ricorda i compagni milanesi, e non solo, che non ci sono più, in particolar modo: Franco Levi, Paolo Izzo, Roberto Cicciomessere e Mauro Zanella.

L’Assemblea rivendica il supporto fornito – nonostante il mancato raggiungimento dell’obiettivo – alle iniziative di Radicali Italiani come la raccolta firme “Falla fuori” sulle 6 proposte di legge sui temi dei diritti, dell’ambiente e dell’economia -; l’appoggio alla resistenza ucraina e a quella israeliana, pur ritenendone sproporzionata l’escalation della reazione, al terrorismo di Hamas.

L’Assemblea ringrazia Giulia Crivellini e Vittoria Loffi per essere scese in prima linea nella lotta per allargare il fronte dei diritti riproduttivi e delle libertà sessuali, dinanzi a un governo Meloni che lotta per restringerlo.

L’Assemblea ringrazia Marco Cappato per il suo impegno alle elezioni suppletive di Monza che, se fosse stato coronato dal successo elettorale, avrebbe profondamente inciso sulla politica nazionale.

L’Assemblea ringrazia i dirigenti di Nessuno Tocchi Caino che hanno deciso di essere presenti oggi e, in nome della comune battaglia per lo stato di diritto e la giustizia, impegna i prossimi organi dirigenti a offrire ospitalità a una eventuale sede milanese della associazione fondata 30 anni fa in Via di Torre Argentina da Maria Teresa Di Lascia nel quadro di una fraterna collaborazione.

L’Assemblea ravvisa come, tra le principali urgenze politiche, vi siano la situazione carceraria e quella migratoria, unitamente alla necessità di una svolta antiproibizionista (non solo sulle sostanze stupefacenti), tre fenomeni tra loro interconnessi in maniera profonda e ramificata.
Per questo aderiamo convintamente alla proposta di legge di iniziativa popolare “ioColtivo”, ideata e promossa da Meglio Legale.

L’Assemblea rivendica l’impegno profuso nel dare corpo alla campagna di Radicali Italiani “Devi vedere” nel territorio di competenza dell’Associazione Enzo Tortora, e rinnova l’impegno di proseguirla per l’anno venturo, cercando di svilupparla in ottica prioritariamente locale attraverso la raccolta dei dati degli istituti carcerari visitati e una loro elaborazione per lo studio di iniziative locali, che possano eventualmente diventare di stimolo per campagne di respiro nazionale.

L’Assemblea accoglie con interesse e favore la ripresa pubblica della campagna “Ero straniero”, e manifesta la propria intenzione di portare sul territorio milanese e lombardo la lotta politica per la riforma del sistema di immigrazione legale, contro l’impostazione restrittiva e securitaria propria della legislazione italiana e dell’attuale governo e a favore della libertà di movimento degli individui. Riconoscendo l’esistenza di realtà sul territorio che da tempo si battono per i medesimi da noi auspicati, l’Assemblea auspica la costruzione di interlocuzioni con tali realtà che possano portare a fruttuose iniziative politiche congiunte.

L’Assemblea impegna quindi gli organi dirigenti a prestare attività e attivisti alle iniziative del movimento nazionale, ricercare modalità per ribadirle e declinarle, ove possibile, innanzitutto in chiave locale e territoriale, e chiede a Radicali Italiani la ricerca di una via per la partecipazione alle elezioni europee del 2024 sotto il segno del rilancio della battaglia per gli Stati Uniti d’Europa, e di un’altra via per l’ingresso nell’UE di Ucraina, Israele e dell’Autorità Nazionale Palestinese.

L’assemblea rileva come l’anno radicale che si apre sarà il primo dal 2011 senza nessun suo esponente eletto come consigliere comunale o regionale o nominato come assessore
comunale e impegna quindi gli organi dirigenti a rilanciare la sua attività in 4 direzioni:

– iniziative di confronto fra realtà della ex Galassia radicale su temi comuni che rendano la associazione luogo in cui i simpatizzanti radicali possano ritrovarsi per capire le divisioni che continuano a formarsi;

– recupero e divulgazione della storia radicale e della associazione anche esplorando la possibilità di una convenzione con Radio Radicale che porti a completare l’archivio online sulle sue iniziative ora deficitario (l’ultima assemblea annuale presente è quella del 2019);

– iniziative per coinvolgere le comunità di extracomunitari milanesi e in particolar modo i giovani stranieri che frequentano la zona vicina alla sede;

– sull’esempio della iniziativa sulla richiesta di una tribuna elettorale nel carcere di Monza, ideando proposte che trovino consenso di altre forze politiche e di eletti nelle istituzioni cercando di arrivare a “doppie tessere” fra di loro.

L’assemblea fissa la quota di iscrizione a 30€, con quota consigliata a 50€

Raffaella Stacciarini
Marco Ferrario