Aborto al Sicuro Lombardia

A quasi 40 anni dall’entrata in vigore della legge sull’interruzione volontaria di gravidanza, le donne trovano ancora molte difficoltà a vedere riconosciuto il proprio diritto ad un aborto legale e sicuro.

Le stime sull’aborto clandestino (in particolare sull’assunzione di farmaci acquistati online e senza controllo medico) cominciano ad essere allarmanti e i rischi per la salute delle ragazze e delle donne non possono essere ignorati.

La prevenzione e la contraccezione sono sempre meno obiettivi culturali e sociali nell’agenda politica. Per una sanità efficiente e accogliente, contro i rischi dell’aborto clandestino ci mobilitiamo per una proposta di legge di iniziativa popolare per la reale applicazione della legge 194/1978.

Leggi la proposta di legge per Regione Lombardia qui. Leggi la proposta di legge in 10 punti qui.
Puoi scoprire dove firmare qui, dove troverai la mappa aggiornata in tempo reale sui tavoli e i punti di raccolte firme

5.000 firme sono il minimo da raccogliere per presentare la proposta di legge di iniziativa popolare in Consiglio regionale dell Lombardia. Quante più firme riusciremo a raccogliere tanto più la richiesta per una reale applicazione della legge 194 avrà significato. Aiutaci a diffondere la campagna! Ci sono tantissimi modi e puoi scegliere quello che più fa per te. Scopri cosa puoi fare tu!

Associazione Enzo Tortora, Radicali Italiani, Associazione Luca Coscioni lanciano la campagna nazionale. Scopri gli aderenti in Lombardia qui.